L’importanza degli ioni sull’uomo

Gli ioni negativi influiscono sul sistema nervoso con effetto rilassante; inoltre facilitano l’acquisizione nei polmoni dell’ossigeno contenuto nell’aria, favoriscono lo svolgimento delle funzione dell’organismo, migliorandone tra l’altro le difese e svolgono un’azione benefica su tutto il sistema cardiovascolare, endocrino e nervoso.

Attraverso l’influenza sul sistema nervoso si verifica poi l’influenza sulle varie funzioni dell’organismo e sui processi di sviluppo delle cellule che lo compongono, tramite la stimolazione alla produzione di determinate sostanze fabbricate in esso.

Gli ioni negativi, innalzano il PH sanguigno, stimolando la produzione di globuli rossi (quindi sono un ottimo antianemico), riducono il tasso di colesterolo nel sangue e perciò sono indicati nella prevenzione degli infarti, svolgono un’azione benefica sui bronchi, sui polmoni e su tutto il sistema nervoso.  In pratica migliorano complessivamente le condizioni fisiche.

Una ricerca americana ha dimostrato che il neurormone chiamato serotonina regola diversi processi psico-fisiologici, influendo sul nostro sistema nervoso e modificando il nostro comportamento. Se prodotto in eccesso dal nostro organismo, tale ormone provoca depressione fisica, mancanza di memoria, inappetenza, ipertensione arteriosa, nervosismo, ecc.

Gli ioni negativi hanno la proprietà di aggredire questa serotonina, riducendo la sua presenza nell’organismo, eliminando così la depressione fisica, la mancanza di memoria, il nervosismo, l’ipertensione.